Sicurezza e precedenze…tutto quello che c’è da sapere!

In questi giorni un mio carissimo amico ha avuto un incidente con il kite in uno spot dannato; tutto sommato gli è andata bene ma volevo cogliere l’occasione per ricordare quelle che sono le norme o regole di sicurezza che spieghiamo durante un corso di iniziazione a questo sport così bello ma potenzialmente pericoloso e che tutti dovrebbero tenere sempre bene a mente siano loro beginners o kiters esperti.

Ormai tutti i nuovi kite hanno un sistema di sicurezza a rilascio rapido (quick-release)che permette di annullare la trazione del kite in qualunque momento. Quando la situazione si fa incontrollabile il kiter può attivare il sistema di sicurezza e staccarsi dal kite stesso. Il limite di questi sistemi è che  devono essere attivati manualmente in una situazione di panico ed in pochissimo tempo. Infatti alcuni kiter hanno avuto incidenti proprio perché non sono stati in grado di attivare il sistema di sicurezza in tempo.

Ma come diceva una volta una pubblicità “prevenire è meglio che curare” ed il quick-release deve rappresentare solo l’ultima spiaggia. In un corso di kitesurf insegniamo a prevenire situazioni pericolose, a fare un’analisi dello spot e delle condizioni meteo prima ancora di tirare fuori il kite e la tavola dalla macchina.

Qui di seguito alcune consigli da tenere sempre a mente:

  • Quando arrivi in spiaggia controlla la direzione del vento e ricorda mai con vento che soffia perpendicolare alla spiaggia (on shore o off shore): sebbene sia possibile surfare in queste condizioni il rischio di incidenti aumenta. La direzione migliore è con vento parallelo alla spiaggia (side-on-shore).
  • Non lanciare il tuo kite e non atterrarlo con gente e ostacoli sottovento, considera una distanza minima di una 50mt (una volta e mezza la lunghezza delle linee).
  • Controlla sempre la condizione del kite e delle linee prima di lanciarlo (Lines-check).
  • Non chiedere assistenza per il lancio o l’atterraggio a persone che non sono esperti kiter.
  • Usa sempre il leash di sicurezza.
  • Assicurati che sottovento al tuo spot ci siano una zona, una spiaggia adatta per rientrare al lasco o in body dragging in caso di difficoltà.
  • Decollate mantenendo il kite basso nella direzione del mare per evitare che vi sollevi. Il rischio è di essere sollevati da folate di vento in quota, e da quella posizione non si può eseguire nessuna manovra di recupero.

Spesso gli incidenti sono dovuti a comportamenti stupidi e non sensati che danneggiano molto il kitesurf che già per questo una brutta reputazione in alcune spiagge e spesso viene vietato o confinato come ben sappiamo. Collaboriamo alla diffusione del kite promuovendone la sicurezza.

Il kitesurf è uno sport che viene praticato in uno spazio condiviso con altre persone e dato che negli ultimi tempi per fortuna siamo sempre di più è stato necessario dare un ordine generale sempre guidato dal buon senso. Sia IKO che l’ISAF, di cui la nostra FIV fa parte, hanno stilato una vera e proprio lista di semplici ma efficaci regole di precedenza in acqua e a terra valide in tutti gli spot del mondo.

  • Chiunque esce in mare, parte quindi dalla spiaggia ha la precedenza su chi sta rientrando. Se vuoi rientrare in spiaggia ma vedi qualcuno che sta uscendo, devi dare precedenza, quindi aspetta e fatti un altro paio di bordi.
  • Se incroci in mare un altro kiter ha la precedenza chi si trova con mure a dritta (chi quindi si trova con la mano destra in direzione di marcia o vola dalle h13 alle h15) su chi si trova con mure a sinistra ( chi quindi si trova con la mano sinistra in direzione di marcia oppure vola dalle h9 alle h11). Chi si trova con mure a sinistra deve cambiare traiettoria o passare sottovento.
  • Se vai più veloce di un altro kiter devi dare precedenza a chi è più lento. Devi quindi passare sottovento oppure cambiare direzione e tornare indietro.
  • Se incroci un altro kiter sopravento devi alzare l’ala il più possibile verso lo zenith, mentre chi si trova sottovento deve abbassare l’ala il più possibile.
  • Se stai surfando sopra un’onda hai la precedenza su chi sta andando nella direzione opposta o su chi sta saltando.
  • Se ti trovi in un’area adibita a spiaggia turistica devi dare la precedenza ad altri fruitori della spiaggia e del mare ad essa antistante.
  • Se intendi fare un salto ti devi assicurare di avere un’area libera sottovento di almeno 50 metri e sopravento di almeno 30 metri e nessuno in traiettoria.

Andiamo a mare e amiamo questo sport perché ci da questo grande senso di libertà e ci regala emozioni uniche che condividiamo in un gruppo ed in un gruppo ci si aiuta l’un l’altro perché questo rimane comunque uno sport estremo ed ognuno prima di gonfiare deve prendere coscienza dei sui limiti.

Have good wind Locals!!!

Precedenze